FIESOLE GREEN

FIESOLE GREEN

Gli avvenimenti degli ultimi mesi ci hanno obbligato a cambiare il nostro modo di relazionarci con le persone e con l’ambiente e di sicuro anche il nostro modo di viaggiare si plasmerà su nuovi bisogni, limiti e necessità ancora per un po’ di tempo. Non sarà come prima ma non è detto che non possa essere meglio.

Di viaggiatori “trasformativi” in cerca di sostenibilità ambientale e destinazioni alternative se ne parlava anche prima dello scoppio della pandemia, ora questa propensione riguarderà di certo un pubblico sempre più ampio. La parola chiave già da tempo è “go green”. Cresce sempre più l’interesse per i piccoli borghi e per forme di turismo sostenibili.  Lo scopo è quello di scoprire le tradizioni culturali, enogastronomiche e la volontà di entrare in relazione con la natura. Il turismo Green, in questa fase di convivenza con il virus, favorisce il social distancing, aiuta la crescente sensibilizzazione verso l’ambiente, fa si che si possano coniugare l’esperienza turistica a tutti gli accorgimenti sanitari, primo tra tutti quello di  evitare luoghi chiusi e affollati.

Fiesole da tempo è meta di un turismo ecosostenibile, grazie alle sue caratteristiche di piccolo borgo immerso nel verde delle colline toscane. Il turista viene accolto da un paesaggio autentico, vario e molto armonico, derivato dal fatto di aver mantenuto nel tempo ordine, razionalità e rispetto dell’ ambiente circostante.

Venire a Fiesole equivale a godere di natura, di arte e di storia grazie alla magia dei suoi percorsi che coniugano alla perfezione questi tre elementi. Per gli amanti delle escursioni ci sono tanti itinerari, fuori dai percorsi turistici, per vivere il lusso di non avere nessuno intorno se non il silenzio, la pace e la natura tutto attorno. Da tantissimi punti panoramici di Fiesole si possono inoltre ammirare i suggestivi tramonti vista Firenze.

Per i camminatori più esperti si consigliano il Sentiero di Stilicone, l’ Anello del Rinascimento, e la Via degli Dei. Per gli amanti della bicicletta è possibile effettuare un tratto del “Percorso dei Mondiali di Ciclismo 2013” oppure farsi sorprendere da panorami sconosciuti grazie alla guida dei nostri esperti operatori territoriali.

L’attenzione a Fiesole non è solo verso la conservazione della bellezza del paesaggio, ma anche alla salute, in un rapporto “etico” con la natura e le sue opportunità di sviluppo.  

Moltissime sono le medie, piccole e piccolissime aziende agricole che coltivano con metodo biologico il territorio, in particolare l’olivo, la vite e lo zafferano.

L’impegno costante e progettuale della comunità, verso un nuovo “stile di vita”, è testimoniato dal riconoscimento, dopo un lungo percorso partecipato che ha visti impegnati amministrazione pubblica, agricoltori, associazioni e privati cittadini, da parte della Regione Toscana del sistema produttivo locale quale Distretto Rurale ad alta vocazione Biologica.

Testimonianza della qualità e della vitalità del territorio è anche il riconoscimento Spighe Verdi assegnato dalla Foundation For Environmental Education Italia, che ha premiato il Comune di Fiesole con la bandiera blu rurale.

Il programma Spighe Verdi infatti assegna il riconoscimento dopo un’analisi approfondita di un sistema di indicatori che rivela quanto sia stata sostenibile la gestione del territorio. In particolare: la partecipazione pubblica, l’educazione allo sviluppo sostenibile, il corretto utilizzo del suolo, la presenza di produzioni agricole tipiche, la sostenibilità e l’innovazione nell’agricoltura e la qualità dell’offerta turistica.